Ethereum è senza dubbio il leader nel numero di applicazioni e protocolli costruiti su di esso nel campo della finanza decentralizzata. Secondo ricerca portale DappRadar, il volume delle transazioni in DeFi per l’anno è stato di circa $ 270 miliardi, che è 12 volte più di un anno prima.

Nell’articolo di oggi parleremo del ruolo di Bitcoin nel futuro della finanza decentralizzata, costruendo DeFi su Bitcoin e delle difficoltà che la comunità deve affrontare nel tentativo di implementare strumenti finanziari a prezzi accessibili sulla principale rete di criptovaluta.. 

Il ruolo di Bitcoin

Con il prezzo che sale sopra i 20mila dollari e il dominio che supera il 60%, la questione dell’ampliamento delle possibilità di utilizzo della prima criptovaluta diventa ancora più acuta. In alternativa al sistema finanziario tradizionale, Bitcoin elimina la dipendenza dagli intermediari e ha il potenziale per diventare un sistema globale senza contanti per pagamenti istantanei in tutto il mondo..

La creazione di un sistema finanziario decentralizzato basato su Bitcoin gli consentirà di diventare non solo una risorsa per immagazzinare valore o un sistema per gli insediamenti, ma anche un ambiente globale e sicuro per costruire relazioni finanziarie e strumenti che chiunque abbia accesso a Internet può utilizzare..

Il ruolo di Bitcoin nella costruzione della finanza decentralizzata può essere suddiviso in due aree:

  1. Sviluppo di soluzioni per attrarre BTC in DeFi;
  2. Costruire DeFi sulla rete Bitcoin.

Questa divisione è condizionale e gli approcci volti a implementare soluzioni in entrambe le direzioni hanno le loro difficoltà e svantaggi. Ecco perché, considerando il ruolo di Bitcoin nello sviluppo della DeFi, è necessario tenere conto della totalità di queste soluzioni per una più ampia comprensione e comprensione del futuro delle principali criptovalute nel campo della costruzione di free finance.. 

Istituzioni finanziarie centralizzate

Con la divulgazione delle criptovalute, gli scambi centralizzati e le piattaforme di prestito centralizzate che forniscono vari strumenti finanziari garantiti da BTC si sono diffusi. Gli ovvi svantaggi dell’utilizzo di tali servizi sono la fornitura di dati personali per l’utilizzo del servizio e l’archiviazione dei fondi su questi siti non trasparenti..

I fondi degli utenti ei loro dati sono a rischio, poiché tali siti possono essere violati. All’utente potrebbe essere negato il servizio a causa dei requisiti della giurisdizione in cui si trova. Inoltre, i fondi possono essere bloccati su richiesta delle forze dell’ordine o nei casi in cui i fondi siano stati contrassegnati con piattaforme di monitoraggio come Crystal o Chainalysis.

Sidechains

Le sidechain sono blockchain separate con legame a due vie alla catena principale. Aziende come RSK o Liquid stanno costruendo sidechain con la possibilità di creare contratti intelligenti sulla rete Bitcoin. In sostanza, le sidechain sono piattaforme di creazione DeFi in cui ogni utente può creare le proprie risorse digitali..

La piattaforma RSK consente di utilizzare BTC negli smart contract, grazie al bridge a due vie e al token della piattaforma SBTC. È stato inoltre costruito un bridge tra le reti Bitcoin ed Ethereum, che consente il trasferimento di qualsiasi token Ethereum ERC20.

Money on Chain, lo sviluppatore dei protocolli DeFi supportati da BTC, ha creato un protocollo basato su RSK di quattro token che fornisce molteplici casi d’uso per i possessori di BTC, comprese le transazioni con leva. 

Le società stanno attualmente lavorando per integrare le reti RSK, Liquid e Lightning per interagire con le risorse su altre reti. Inoltre, gli sviluppatori di RSK hanno annunciato il lancio di uno strumento per l’interazione dei token di servizio Aave con BTC.

Swap atomici

La tecnologia atomic swap, di cui abbiamo già parlato nel nostro blog, è apparsa molto prima del periodo di massimo splendore della DeFi. La complessità di implementare lo scambio istantaneo di una criptovaluta con un’altra senza la partecipazione di una terza parte si esprime nella costruzione di reti cross-chain, ovvero nell’organizzazione dell’interazione tra una coppia di blockchain indipendenti. 

La prima implementazione degli atomic swap è stata lo scambio di LTC per DCR utilizzando contratti HTLC. HTLC è un tipo di contratto intelligente che consente transazioni con marca temporale. L’implementazione di atomic swap richiede anche canali di pagamento cross-chain alimentati dalla rete Lightning. E sebbene la presenza del Lightning Network (LN) non sia un prerequisito, l’integrazione di LN negli atomic swap consente di collegare diverse blockchain, dove i partecipanti allo swap possono fungere da gateway di pagamento..

Successivamente, gli scambi atomici tra BTC e LTC sono stati implementati con successo, quindi gli sviluppatori di Komodo hanno effettuato uno scambio BTC e KMD.

Per scambiare BTC con altre criptovalute utilizzando gli swap, è necessario conoscere l’indirizzo del destinatario per completare la transazione e creare un pool di liquidità senza tokenizzazione, come sull’exchange decentralizzato Uniswap, è impossibile. Questo porta al problema dell’interazione con gli asset Bitcoin DeFi, poiché la mancanza di pool e AMM porta alla mancanza di fornitori di liquidità che devono essere online 24 ore al giorno..

Il progetto Liquality ha rilasciato il portafoglio Liquality Atomic Swap, che opera utilizzando atomic swap e contratti HTLC. Il portafoglio stesso funge da controparte per tutti gli swap disponibili. Gli scambi atomici consentono agli utenti di conservare le proprie chiavi private durante l’intero processo di scambio di criptovaluta. Questa soluzione funge da alternativa ai bitcoin avvolti come WBTC.

Una soluzione simile è il protocollo di swap atomico cross-chain Jelly Market, che consente di aggiungere liquidità, profitto dalle negoziazioni e scambiare asset. Gli swap sono disponibili sulla piattaforma per token ERC20, BTC, AE e altri blockchain.

Atomic swap e sviluppo di soluzioni per il trasferimento di valore da una blockchain all’altra senza terze parti e fiducia, portando a colmare il gap tra Bitcoin e DeFi basato su Ethereum.

Bitcoin tokenizzati

L’attrazione di ulteriore liquidità al settore DeFi avviene attraverso lo sviluppo dei cosiddetti bitcoin tokenizzati, di cui abbiamo parlato in uno dei nostri precedenti articoli. Quindi, il primo token supportato da bitcoin è stato Wrapped Bitcoin (WBTC), che consente ai possessori di BTC di utilizzare contratti intelligenti su Ethereum. Con l’aumento dei prezzi, WBTC è passato alla seconda riga tra i progetti DeFi con un volume di fondi bloccati di $ 2,7 miliardi o 116.000 BTC, che è circa lo 0,6% del numero di monete minate.

Allo stesso tempo, durante la creazione di WBTC, gli utenti devono bloccare le loro monete originali e ricevere in cambio risorse tokenizzate. WBTC è costruito sul modello di un consorzio di organizzazioni verificate e significa che lo scambio di monete originali per WBTC e viceversa è effettuato da terze parti – custodi. 

Sebbene esistano soluzioni per la tokenizzazione di bitcoin con meccanismi che richiedono molta meno fiducia, hanno i loro svantaggi. Pertanto, tBTC richiede ai depositari di fornire una quantità significativa di garanzie in ETH, il che lo rende meno scalabile..

La soluzione RenVM, che funziona in modo simile a tBTC, non utilizza ETH come garanzia, ma token REN. Lo svantaggio di questo approccio è che, trattandosi di un nuovo protocollo, gli utenti devono scambiare i loro BTC con token REN e, in caso di perdita di fiducia nel protocollo, i token potrebbero perdere il loro valore e gli utenti non saranno in grado di restituire il monete..

Il futuro della DeFi per Bitcoin

Bitcoin, che funge da archiviazione e trasferimento di valore, è la blockchain più sicura grazie al suo elevato potere di hashing e agli elevati costi di manutenzione dell’infrastruttura. È per questo motivo che la creazione di finanziari decentralizzati basati sulla blockchain di Bitcoin è un’area di sviluppo promettente..

Il rapido sviluppo della finanza decentralizzata sulla piattaforma Ethereum è dovuto alle capacità della piattaforma di scrivere vari contratti intelligenti di qualsiasi complessità. È la mancanza di vari strumenti per la creazione di contratti intelligenti che è un ostacolo per la creazione di soluzioni relative alla finanza decentralizzata basate su Bitcoin.

Bitcoin è scritto in un linguaggio Bitcoin Script semplice e primitivo, inadatto per scrivere contratti intelligenti complessi. Pertanto, Blockstream sta lavorando a un linguaggio di programmazione Simplicity per l’esecuzione di contratti intelligenti che possono essere integrati con il linguaggio Ivy di livello superiore..

L’emergere di nuovi contratti di tipo DLC che consentono ai partecipanti di effettuare transazioni su eventi futuri ha reso possibile la creazione di derivati ​​e mercati di previsione basati su Bitcoin.

Allo stesso tempo, il protocollo RGB, che è lo standard per l’emissione, il trasferimento e l’archiviazione di asset bitcoin, non bitcoin, consentirà la creazione di strumenti digitali sulla blockchain di bitcoin e LN..

E mentre l’infrastruttura Bitcoin non è pronta per creare un ecosistema finanziario a tutti gli effetti al momento, in futuro Bitcoin sarà in grado di fornire un terreno più sicuro per la creazione di applicazioni DeFi..

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me