Se guardi all’ecosistema DeFi attraverso una lente più ampia, puoi vedere che i progetti di finanza decentralizzata stanno funzionando e si sviluppano in circa dodici direzioni. Tentare di passare a una forma decentralizzata di quasi tutto ciò che riguarda il sistema finanziario tradizionale significa anche cercare di passare il più rapidamente possibile a nuovi tipi di interazioni con gli strumenti finanziari e al decentramento di queste interazioni.

Nell’articolo di oggi parleremo della sfera del prestito imposto dalla tecnologia blockchain, dai contratti intelligenti e dalle stablecoin. I mercati finanziari decentralizzati consentono di costruire transazioni p2p tra mutuatari e prestatori, dove un contratto intelligente funge da intermediario. Questa è una delle aree della finanza decentralizzata in più rapida crescita e popolari al momento.

Prestito e prestito decentralizzati di criptovalute

I protocolli e le piattaforme nel campo del prestito e del prestito di risorse crittografiche offrono diverse opzioni per i suoi utenti. Allo stesso tempo, l’appello delle applicazioni decentralizzate è che i partecipanti mantengono il pieno controllo delle loro chiavi private e non sono tenuti a fidarsi di alcuna autorità centrale.

I titolari possono generare reddito passivo attraverso i tassi di interesse dei mutuatari. Le applicazioni ei protocolli nell’ecosistema DeFi consentono a qualsiasi utente di accedere a strumenti finanziari che non sono disponibili nel mercato finanziario tradizionale. Gli utenti possono ottenere interessi dai loro beni concedendo prestiti e i mutuatari possono ottenere un prestito a tassi di interesse inferiori. 

Nel campo del prestito, un esempio lampante dell’uso di piattaforme di prestito decentralizzate è il trading a margine, come il trading in una posizione corta o l’utilizzo della leva per fare trading. In generale, le piattaforme di prestito decentralizzate fanno affidamento sulle garanzie in eccesso dei mutuatari per avviare il prestito, nonché sulle regole per decidere di chiudere il prestito.

Al momento in cui scrivo, l’importo totale dei fondi bloccati sulle piattaforme di prestito e prestito ha quasi raggiunto i 5 miliardi di dollari, il 45% dei quali è bloccato sulla piattaforma di prestito più popolare MakerDAO.

MakerDAO

Il leader nel numero di fondi bloccati, pari a $ 2,2 miliardi, è una piattaforma di prestito decentralizzata Maker. La piattaforma è composta da contratti intelligenti basati su Ethereum, che operano attraverso un’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) e supportata dalle risorse di una stablecoin DAI decentralizzata sulla blockchain di Ethereum. Lo sviluppo di MakerDAO ha segnato l’inizio del sistema finanziario decentralizzato basato su Ethereum.

Oltre a DAI, il sistema gestisce il token di utilità Maker (MKR), che viene utilizzato durante la votazione, il pagamento delle commissioni per l’utilizzo degli smart contract e durante la gestione della piattaforma.

Maker consente a qualsiasi utente di ottenere un credito nominato DAI, garantito tramite contratti intelligenti da altre risorse come ETH. Con il rilascio di una versione multi-tax di Dai (MCD) nel 2019, è diventato possibile fornire garanzie per diversi tipi di asset, come ETH, BAT, WBTC e USDC, con un singolo asset (SAI). È stata inoltre lanciata l’interfaccia Oasis Borrow per archiviare il materiale collaterale e Oasis Save è stato introdotto per bloccare gli stablecoin DAI con interesse.

Composto

Compound è stata fondata e con sede a Ethereum nel 2018 come protocollo algoritmico che fornisce l’accesso ai mercati per i prestiti in criptovaluta, dove il rapporto tra domanda e offerta forma prezzi e tassi di interesse. La particolarità del protocollo è che utilizza un pool di liquidità, in cui vengono offerti fondi per il prestito. I contratti intelligenti confrontano i mutuatari con le attività disponibili e distribuiscono gli interessi di conseguenza.

Il protocollo presuppone che non ci siano limiti di tempo, il che significa che i fondi depositati tramite il protocollo possono essere rimborsati in qualsiasi momento. Per ottenere opportunità di credito, è necessario bloccare i fondi nel protocollo, ricevendo in cambio cToken.

Nell’aprile 2020, la gestione di Compound è stata distribuita tra i possessori di token COMP. Il protocollo supporta risorse come BAT, DAI, SAI, ETH, REP, USDC, WBTC, ZRX e altre. Al momento in cui scrivo, più di $ 1,3 miliardi sono bloccati nel protocollo ed è il secondo progetto più grande della lista.

Aave

Il terzo per l’importo dei fondi bloccati è un protocollo di prestito decentralizzato – Aave. Aave, come la maggior parte degli altri protocolli di credito, utilizza un pool di liquidità che fornisce attività da prendere in prestito a interesse. I prelievi sono disponibili in qualsiasi momento, con ogni pool che riserva una certa quantità di fondi per coprire i rischi.

Aave ha circa 20 asset disponibili per il prestito e l’assunzione di prestiti: LINK, USDC, USDT, ETH, DAI, SNX, WBTC, KNC, BAT e altri. I principi di funzionamento di Aave sono simili al protocollo Compound. Aave si posiziona nel fornire una gamma più ampia di strumenti e opportunità, come l’introduzione di prestiti a termine senza garanzie, tassi di interesse fissi e variabili e la creazione di linee di credito, da utilizzare come p2p-credito.

BlockFi

Toccando il tema dei prestiti e delle criptovalute, vale la pena menzionare la piattaforma di gestione del capitale BlockFi, che consente di prendere in prestito e prestare utilizzando asset crittografici come garanzia. La società ha attirato oltre $ 60 milioni da ConsenSys Ventures, Kenetic Capital, SoFi, Galaxy Digital e Fidelity.

La piattaforma offre opzioni collaterali come BTC, ETH, LTC e GUSD. BlockFi consente agli utenti di guadagnare interessi complessi sui depositi, fornendo criptovalute come garanzia. I crediti sulla piattaforma sono disponibili a un tasso di interesse di circa il 4,5% annuo. Ed è obbligatorio fornire i dati personali per poter ottenere un prestito.

BlockFi ovviamente non è un progetto decentralizzato, ma offre l’opportunità agli investitori istituzionali e alle società quotate in borsa di investire le proprie risorse crittografiche in modo sicuro e protetto.

dYdX

dYdX è un protocollo decentralizzato che supporta derivati ​​finanziari, contratti perpetui e trading a margine di asset come ETH, DAI e USDC.

Le funzioni di prestito, leasing e trading sono disponibili sulla piattaforma. Con dYdX, gli utenti depositano un importo di garanzia nel portafoglio ordini per eseguire un ordine fuori catena, il che garantisce che venga pagato solo il deposito o il prelievo di attività. Una caratteristica aggiuntiva della piattaforma è che qualsiasi attività depositata sulla piattaforma accumula automaticamente interessi. Nonostante il progetto sia piuttosto giovane, sulla piattaforma sono già stati bloccati oltre 35 milioni di dollari. Le opportunità fornite dalla piattaforma attirano sempre più trader sulla piattaforma, rendendo popolare il progetto.

Conclusione

I protocolli decentralizzati possono offrire strumenti finanziari simili a quelli tradizionali con vantaggi quali trasparenza, velocità, semplicità, decentralizzazione, fiducia.

E sebbene i protocolli e le applicazioni non custoditi abbiano dei vantaggi rispetto ai servizi centralizzati, hanno i loro svantaggi. I principali problemi affrontati dal mercato della finanza decentralizzata sono la scarsa liquidità, la scarsa sicurezza e la scalabilità. Ma non dimenticare che la DeFi è solo nella fase di nascita ed espansione dei suoi confini. La finanza decentralizzata, e in particolare il prestito decentralizzato, consente agli utenti di mantenere il pieno controllo sui propri asset e fornisce l’accesso a tutti i mercati e piattaforme dell’ecosistema.

Dichiarazione di non responsabilità: il contenuto di questo articolo non è inteso come consiglio finanziario e non deve essere trattato come tale. 3commas ei suoi autori non si assumono alcuna responsabilità per i tuoi profitti o perdite dopo aver letto questo articolo. L’articolo è stato presentato per fornire ai lettori informazioni generali. C’è solo esperienza personale qui descritta. L’utente deve fare la propria ricerca indipendente per prendere decisioni informate riguardo ai propri investimenti in criptovaluta.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me