Token con leva

Negli ultimi sei mesi sono apparsi molti token con leva finanziaria. Ad alcuni trader è piaciuta la combinazione dei vantaggi del trading con margine e l’assenza di rischi di liquidazione.

Questo articolo si concentrerà su come funzionano questi token e quali rischi sono associati ad essi.

Panoramica

Attualmente, ci sono più di cento token con leva finanziaria scambiati su numerose borse. L’antenato e il principale emittente di token con leva finanziaria è l’exchange FTX. I loro token vengono scambiati su scambi come Poloniex, MXC, Bitmax, Gate e molti altri. Fino a poco tempo, Binance forniva anche un’opzione per il trading di token con leva FTX, ma alla fine di marzo CZ ha twittato di aver ricevuto molte lamentele dagli utenti (che non capivano il nuovo strumento finanziario) e ha deciso di rimuovere questi token dalla piattaforma. Ma a metà maggio, è stato annunciato che Binance stava lanciando i propri token con leva. È interessante notare che i token FTX e Binance hanno qualcosa in comune: solo i token di questi emittenti seguono lo standard ERC20. Ciò significa che puoi trasferirli tra scambi (che supportano questi token), nonché archiviarli sul tuo portafoglio Ethereum.

I token a leva di altri scambi, come MXC e Gate, sono semplici cifre sullo scambio, non possono essere ritirati e non esistono su nessuna blockchain.

Ciascun token con leva rappresenta una posizione in un contratto futures. Il prezzo del token cerca di seguire il prezzo della posizione su cui si basa.

Diamo uno sguardo più da vicino a tre tipi principali di token: Bull, Bear e Hedge. Bull corrisponde a una posizione lunga con leva 3X; L’orso corrisponde a una posizione corta con leva 3X e la copertura corrisponde a una posizione corta 1X. La maggior parte degli emittenti ha nomi di token diversi, ma il principio di funzionamento è identico.

Con un aumento del 10% nell’asset sottostante, il token Bull crescerà del 30%, Bear scenderà del 30% e Hedge scenderà del 10%.

Se l’asset sottostante scende del 10%, il token Bull scenderà del 30%, Bear crescerà del 30% e Hedge aumenterà del 10%.

Sembra tutto semplice, ma c’è anche un meccanismo di riequilibrio che va preso in considerazione …

Il ribilanciamento dei token con leva avviene su base giornaliera. In caso di esito negativo, questo ridurrà il rischio, e con un risultato positivo, il ribilanciamento reinvestirà i profitti.

Inoltre, il ribilanciamento si verifica se il movimento infragiornaliero del mercato porta alla crescita della leva finanziaria superiore del 33% rispetto alla posizione sottostante. Cioè, se il mercato scende così tanto che la leva del token Bull diventa 4X, il token verrà ribilanciato. Ciò corrisponde a un movimento di mercato di circa il 10% per i token Bull / Bear e del 30% per Hedge.

Ciò significa che i token possono utilizzare una leva fino a 3 volte senza un rischio significativo di liquidazione. Per eliminare un token con una leva 3X, è necessario un movimento di mercato del 33% o più. Tuttavia, il token si riequilibrerà con una variazione di prezzo del 10%, riducendo il rischio e tornando alla dimensione della leva finanziaria target di 3X.

In altre parole, se il prezzo dell’asset sottostante va nella direzione prevista, beneficerai non solo della leva 3X ma anche del ribilanciamento. Se il prezzo va nella direzione opposta, puoi rimanere bloccato con il token per un bel po ‘. Di seguito è riportata una tabella che mostra la variazione del prezzo ETH e il risultato per i trader di margine e i possessori di token ETHBULL.

Prezzi giornalieri ETH Variazione totale del prezzo ETH Margine 3X  ETHBULL
200, 210, 220, 230 15% 45% 49%
200, 210, 200, 210 cinque% 15% tredici%
200, 190, 180, 170 -15% -45% -40%

Come puoi vedere dalla tabella, il margine 3X lungo è più redditizio dei token ETHBULL nei casi in cui il prezzo oscilla durante il periodo di ribilanciamento. L’obiettivo di Binance e dei loro nuovi token BTCUP e BTCDOWN è risolvere questo problema.

Le principali differenze tra i token BTCUP e BTCDOWN dai token con leva “ordinari” sono:

  • Mancanza di leva finanziaria fissa;
  • Approccio diverso al riequilibrio.

La magia dell’interesse composto.

Supponiamo che l’asset sottostante cresca del 5%. Di conseguenza, il token con leva aumenterebbe del 15%. Il giorno successivo, l’attività sottostante scende del 5%. Pertanto, il token scenderà del 15%. Di conseguenza, abbiamo una perdita totale dello 0,25% nell’asset sottostante e una perdita del 2,25% nel token con leva.

Questa situazione si chiama inibizione della volatilità. Maggiore è la volatilità e più lungo è il periodo di tempo di investimento, più significativa è l’inibizione dell’effetto negativo della volatilità.

Supponiamo che l’esempio precedente copra un periodo più lungo (365 giorni) quando i prezzi dell’attività sottostante rimangono gli stessi e la volatilità rimane entro + 5% / – 5%. Diamo un’occhiata all’effetto sul valore di entrambi gli asset.

Come puoi vedere dal grafico, nel tempo, il prezzo del token di leva fissa tende a zero, il che significa che questo strumento non è adatto per investimenti a lungo termine. La leva fluttuante dei token Binance è progettata per ridurre l’effetto di inibizione della volatilità.

Nuovo meccanismo di riequilibrio

Durante il giorno, i token con leva aumentano o riducono l’impatto dell’asset sottostante sul raggiungimento della leva target. All’aumentare del prezzo dell’asset sottostante, il token aumenta il numero di posizioni. Al contrario, se il prezzo scende, ciò comporterà una diminuzione delle posizioni.

I token con leva tradizionali vengono ribilanciati in un momento predeterminato (su base giornaliera). Essendo del tutto prevedibili, sono sensibili agli accordi in anticipo. I trader di arbitraggio possono prevedere transazioni future e realizzare profitti manipolando il mercato.

Al contrario, i token con leva di Binance non vengono ribilanciati a meno che le perdite non siano estreme. In effetti, questi token riequilibrano la posizione come necessario per massimizzare i profitti durante la crescita e minimizzare le perdite durante la caduta, il che aiuta a evitare la liquidazione. Ciò significa che le fluttuazioni di mercato “comuni” non porteranno al ribilanciamento e il prezzo del token continuerà a essere correlato con l’asset sottostante.

Conclusione

I token con leva possono essere un buon strumento per la speculazione a breve termine, ma il loro prezzo tende a zero nel lungo periodo. D’altra parte, se prevedi correttamente il movimento del prezzo dell’asset sottostante, il rendimento dei token con leva può essere significativamente più alto a causa del meccanismo di ribilanciamento.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map