TOP 10 truffe e furti nella storia della criptovaluta (parte 2.)

Cari amici,

Continuo a classificare le truffe più rumorose e risonanti TOP10 sul mercato delle criptovalute.

Ecco un elenco dei primi cinque. La valutazione inizia qui. Se non hai letto l’articolo TOP-10 truffe e furti nella storia delle criptovalute (parte 1), assicurati di farlo!

Contents

5 ° posto – Chiusura scambio BTC-e (WEX)

La storia associata a questo scambio è degna di un adattamento cinematografico, o almeno della pubblicazione di un romanzo poliziesco. Ciò che è notevole di questo caso nella storia del crimine di criptovaluta è che la chiusura non è stata dovuta ad attacchi di hacker, come spesso accade, ma a causa delle azioni dell’FBI.

Il 25 luglio 2017, il sito web btc-e.com e i suoi mirror hanno smesso di funzionare. Come si è scoperto più tardi, quel giorno, il co-fondatore dello scambio (Alexander Vinnik) è stato arrestato con l’accusa di riciclaggio di denaro per un importo totale di 4 miliardi di dollari. Lo stesso giorno sono stati sequestrati dei server situati negli Stati Uniti, che di fatto hanno causato il malfunzionamento del sistema..

Come si è scoperto in seguito, per ordine del regolatore del Regno Unito, tutti gli account relativi allo scambio BTC-e sono stati bloccati.

Allo stesso tempo, secondo indiscrezioni, che sono già state invase da leggende, Vinnik possiede le chiavi di fondi da un miliardo di dollari, che è riuscito a ritirare agli offshores durante l’operazione di scambio..

Il 15 settembre 2017 ha iniziato il suo lavoro lo scambio di criptovaluta WEX, che non è ufficialmente il successore legale del vecchio BTC-e, ma ha ricevuto tutte le informazioni di registrazione sulla base di clienti dell’exchange chiuso e sui loro saldi.

Secondo il piano di amministrazione del nuovo scambio, il 61,79% del vecchio saldo sarà fornito in contanti e criptovaluta e il 38,21% sotto forma di token WEX. Non appena lo scambio ha iniziato a funzionare, ho ritirato i fondi ricevuti al tasso che era in quel momento. Di conseguenza, siamo riusciti a mantenere un terzo del saldo totale.

Nel luglio del prossimo anno, si è saputo che la borsa WEX era stata acquistata da un’ex milizia della DPR – Dmitry Khavchenko.

Lo scopo dell’acquisto, come egli stesso ha sostenuto in open source, è quello di rendere WEX “una piattaforma per il sostegno finanziario delle repubbliche non riconosciute” nonché di “combattere il dominio del dollaro” (materiale da fonti aperte)

Durante lo stesso periodo di tempo, i tassi di criptovaluta sull’exchange hanno iniziato ad andare contro le dinamiche generali del mercato. I prezzi di alcuni contralti e dello stesso pallino su WEX iniziarono a superare notevolmente il mercato. Per alcune viole la differenza era dieci volte superiore. Allo stesso tempo, il prelievo di fondi dai saldi degli utenti è stato quasi immediatamente bloccato, il che è stato spiegato dal lavoro tecnico.

Di conseguenza, il blocco non è mai stato rimosso fino alla fine dell’esistenza dello scambio..

Il 21 novembre, i funzionari di Binance hanno annunciato un tentativo di ritirare decine di milioni di dollari in criptovaluta da account di proprietà di WEX. Il 28 novembre, tutti i mirror e i domini di proprietà di WEX sono stati bloccati.

Di conseguenza, molti utenti non sono stati in grado di recuperare i propri fondi. Alexander Vinnik, secondo le informazioni di aprile, è ancora in custodia in Grecia. La sua estradizione è stata richiesta da tre paesi: USA, Russia, Francia.

4 ° posto – Coincheck exchange hack

Il 26 gennaio 2018, la borsa giapponese Coincheck ha sospeso le negoziazioni. Come si è scoperto in seguito, il motivo è stato il furto di 100 milioni di XRP e circa 600 milioni di XEM e altre monete dai conti del sito. La quantità totale di criptovalute rubate in termini di dollari era di circa 1,35 miliardi di dollari al tasso di cambio in quel momento. Questo fatto ha automaticamente reso la rapina a Coincheck la più grande in termini di quantità di criptovalute rubate.

Ma non solo per questo, metto questo evento al quarto posto.

Se guardiamo il grafico sopra, possiamo vedere quanto questo evento abbia influito in modo drammatico sul tasso NEM. La moneta, già sotto la pressione del mercato ribassista, è letteralmente crollata dopo la notizia, avendo perso più del doppio del suo peso e si sentiva chiaramente peggio del mercato. Come risultato del rally ribassista, NEM è sceso da 1,79 a 0,20 USD per moneta ed è stata la rapina in borsa a Coincheck a dare un enorme contributo a questo crollo. Un calo così drammatico del tasso di cambio XEM ha messo in una posizione difficile non solo gli investitori di questa moneta, ma anche la stessa Fondazione NEM, che è stata letteralmente messa sull’orlo della bancarotta e ancora non può riprendersi dalle difficoltà finanziarie..

Un altro forte effetto di questa rapina è quello di cambiare la politica del Giappone nei confronti del mercato delle criptovalute..

Dopo la rapina, il governo del paese del sol levante ha adottato una serie di misure dure, come:

  • verifica di tutti gli scambi di criptovaluta giapponesi per la conformità ai requisiti di sicurezza delle informazioni;
  • regole di regolamentazione più severe per tutti gli scambi di criptovaluta esistenti;
  • divieto di criptovalute anonime come Monero, Dash e Zcash

Inutile dire che in che modo quest’ultima misura ha influito sul tasso delle suddette monete? Naturalmente, si sentivano peggio del mercato. E indirettamente, la colpa era della rapina a Coincheck..

3 ° posto – scam Decentralized Autonomous Organization (DAO)

DAO è il nome della prima organizzazione autonoma decentralizzata costruita su uno smart contract. Fondamentalmente, era un fondo di investimento autonomo, in cui gli investitori stessi votano per un particolare progetto e gestiscono il lavoro del fondo..

Il 17 giugno 2016 ha avuto luogo un attacco, a causa del quale sono stati rubati 3 641 694 ETH o circa 60 milioni di dollari al tasso di cambio in quel momento.

(Inutile dire che il tasso di Ether è letteralmente crollato quel giorno?)

La particolarità di questo furto sta nel fatto che è stato effettuato non a causa di un code break, ma a causa dell’imperfezione della DAO stessa, che ha premiato il fondatore della controllata. Il truffatore ha ripetuto questa operazione il maggior numero di volte possibile. Tuttavia, la finestra per la creazione di una filiale è di 27 giorni e tutti i fondi assegnati sono stati congelati per questo periodo..

A seguito dello scoppio dello scandalo, è stata condotta un’indagine

e la proposta fu accettata, che lo stesso Vitalik Buterin presentò alla corte. La proposta era quella di realizzare un hard fork di Ether in un periodo di hold di 27 giorni, grazie al quale tutti i possessori riceveranno due monete attraverso il fork della rete. In questo caso, l’hacker non riceverà la moneta appena creata, poiché i dati alts verranno reindirizzati alle vittime di questo furto.

La decisione di eseguire un hard fork ha avuto molti oppositori, poiché nella storia è stato creato un precedente dell’esistenza della criptovaluta, che ha violato il principio di base della blockchain: “Il codice è legge”. Molti membri del team di Vitalik sono rimasti fedeli a questo principio e hanno continuato a supportare il vecchio ramo Ether, che ora si chiama Classic.

Ethereum ed Ethereum Classic esistono ancora oggi fianco a fianco e sono la prova vivente del fatto che i contratti intelligenti non sono una panacea per furti e inganni, ma solo uno degli strumenti per gli affari e la vita, che, se usati con noncuranza o irresponsabilità, possono portare a grossi problemi..

2 ° posto – fallimento della borsa Mt.Gox

Il furto di fondi dall’exchange Mt.Gox potrebbe non essere più il più grande in termini di importo rubato. A tal proposito, Coincheck ha superato quest’ultimo (1,35 miliardi di dollari contro 470 milioni) Tuttavia, in termini di forza della risonanza e dell’entità della tragedia che è stata, questo furto, forse, rimane ancora uno dei più terribili.

Riguarda il ruolo che questo scambio ha svolto nel mercato delle criptovalute nel 2013. Quindi il volume del sito sul mercato ha raggiunto il 70% del numero totale di transazioni che sono state effettuate in quel momento..

La storia del fallimento dell’exchange è iniziata nel febbraio 2014, quando il creatore dell’exchange, Mark Karpeles, ha annunciato il furto di 850.000 BTC e si sta risolvendo la questione del fallimento dell’exchange..

Come si è poi saputo in seguito a un’indagine indipendente di WizSec (vedi. Qui), questo furto è stato inscenato e il denaro è stato ritirato dai conti MtGox per tre anni, nel periodo dal 2011 al 2013.

Di conseguenza, Mark Karpeles è comparso davanti a un tribunale giapponese ed è stato arrestato in attesa di un verdetto in caso di manipolazione finanziaria, frode e appropriazione indebita di proprietà altrui. (è andato su cauzione nel giugno 2016).

Il tribunale del Giappone ha inoltre nominato il fiduciario Nobuaki Kobayashi, che sta conducendo la procedura fallimentare e l’attuazione del programma di “riabilitazione civile”. Nell’ambito di questo programma, sono state raccolte ed elaborate le richieste di tutte le vittime, sono state redatte le liste dei creditori ed è stato avviato un processo per distribuire alle vittime circa 160.000 BTC..

L’intrigo è come si comporteranno le vittime con i fondi ricevuti, perché al cambio attuale gli importi sono piuttosto significativi e c’è il rischio che dopo questi bit entrino nel mercato la volatilità e il rischio di una correzione ribassista aumenti.

1 ° posto rapina Bitfinex e manipolazione con Legare

Non è un segreto per nessuno che Bitfinex e Tether siano due organizzazioni affiliate con un creatore, ma una volta era un segreto con sette sigilli. Ora, due anni dopo, dopo aver raccolto tutti i titoli delle notizie e tracciato la storia degli eventi, c’è una chiara relazione tra le azioni di Bitfinex e l’inizio del rialzo della criptovaluta nel 2017, lo stesso scambio è stato il colpevole del più grande crollo e rovina di centinaia di migliaia di investitori. È impossibile provare questa connessione, ma gli eventi recenti lo confermano. Un crimine ideale è quello che non è stato risolto, quindi l’intera storia di seguito è solo un tentativo di costruire una connessione logica da una lunga serie di eventi con una mescolanza di supposizioni.

Questa ipotesi si basa su due fatti:

  1. Bitfinex e Tether hanno fondatori comuni e agiscono insieme per interessi comuni (vedi. Paradise Papers)
  2. Tether non è garantito al 100% dal fiat. Ora puoi leggerlo direttamente sulla pagina principale del sito ufficiale della moneta tether.to

La storia di questa presunta truffa è iniziata il 2 agosto 2016, quando Bitfinex ha sospeso il trading e ha segnalato problemi di sicurezza..

Dobbiamo rendere omaggio, l’azienda non si è preoccupata e ha scritto un test diretto sul furto di criptovaluta (articolo originale Qui). Come si è poi saputo, 119.756 BTC o circa 72 milioni di dollari sono stati rubati al tasso di cambio in quel momento.

Il grafico sopra mostra – un forte calo di Bitcoin iniziato in anticipo – il 31 luglio, il che suggerisce che la cripta è stata rubata per diversi giorni all’insaputa dell’amministrazione, o che l’amministrazione stessa è stata coinvolta nella perdita di fondi dai conti e con la notizia del furto ha cercato di confondere le tracce e di cancellare le perdite.

Supponiamo che Bitfinex abbia rubato i bit dei suoi utenti.

Questa idea è particolarmente supportata da quegli utenti che hanno perso denaro dai propri conti, nonostante la verifica a due fattori attivata e la necessità di conferma via mail.

Per calmare le vittime, Bitfinex ha annunciato la restituzione del denaro rubato. A tal fine, l’exchange ha emesso il proprio token BFX. Tuttavia, Bitfinex ha agito in modo non convenzionale e invece di trasferire i token emessi alle vittime, ha trasferito le perdite a tutti gli utenti, compresi quelli il cui denaro è rimasto intatto. L’importo totale dei fondi ritirati – 36,067% del patrimonio degli utenti.

Quelli. seguendo la nostra logica, lo scambio ha preso i pezzi reali dalle persone e in cambio ha dato le carte delle caramelle.

Naturalmente, una tale decisione non potrebbe essere adatta a tutti. Uno dei “grandi” clienti, il cui nome non è stato rilasciato, ha presentato una denuncia alla polizia (vedi copia Qui). circa il furto di 1.300.000 USD.

Poiché l’importo era impressionante, l’FBI è stato coinvolto.

Naturalmente Bitfinex non ne aveva affatto bisogno e, per mettere a tacere lo scandalo, ha cercato di “restituire” i soldi il prima possibile. Naturalmente, infatti, lo scambio non avrebbe restituito nulla. Invece, ha appena stampato 72 milioni di Tethers e ha acquistato BFX, essenzialmente scambiando involucri di caramelle con involucri di caramelle..

È successo a tempo di record, in soli 5 mesi. Era semplicemente impossibile raccogliere tali fondi solo sulle commissioni..

Già il 4 aprile 2017, Bitfinex ha annunciato trionfalmente il completamento dell’acquisizione di BFX.

Tuttavia, letteralmente contemporaneamente a questa notizia, il tasso di cambio Bitcoin su Bitfinex ha iniziato a differire stranamente dal tasso di cambio su altri exchange. Il grafico sopra mostra come la linea arancione di Bitfinex è al di sopra del prezzo di mercato (linea blu). Questo fenomeno può essere facilmente spiegato dall’emissione aggiuntiva di Tether, che l’acquirente semplicemente non ha avuto il tempo di assorbire.

Per acquistare bitcoin, le persone reintegrano il loro saldo su Bitfinex in fiat reale, ma ricevono già USDT sul proprio account.

Pertanto, affinché il pacchetto di Tether appena sfornato si dissolva, è necessaria una domanda stabile di Bitcoin..

Per stimolarlo, lo scambio ha interrotto i rapporti con la Wells Fargo Bank. Ora, se devi ritirare la fiat da Bitfinex, è diventato impossibile farlo direttamente. Un investitore deve acquistare un pallino e prelevare fondi tramite altri scambi e scambiatori.

Naturalmente, lo scambio ha finto che la banca stessa avesse interrotto i rapporti con lo scambio senza fornire alcuna motivazione. Bitfinex ha persino intentato una causa con Tether contro la banca. È vero, pochi giorni dopo lo ricordò tranquillamente.

Tuttavia, il piano ha avuto successo e il volano di crescita del pallino è stato lanciato. Il grafico sopra mostra che è l’inizio di aprile che è l’inizio della bolla più gigantesca nella storia della criptovaluta. 17/04/2017 lo scambio ha annunciato l’annullamento dell’accettazione della fiat.

Tuttavia, tutto è andato secondo i piani, poiché in effetti è diventato molto difficile e scomodo scambiare Tether con USD, la sua offerta sul mercato è diminuita drasticamente. Ora la crescita del tasso di bitcoin ha permesso di stampare più Tether impunemente per poter acquistare tutti lo stesso Bitcoin su di esso.

Quindi si è formato un sistema di bolle, che si è gonfiato. Nuovi Tether sono stati spesi per acquistare la bilia battente, la crescita della bilia battente ha permesso di emettere più Tether per acquistare la bilia battente. Il cerchio è chiuso!

L’inizio della fine

L’inizio della fine è stato un rapporto trapelato agli azionisti (vedi. Qui), che praticamente conferma che Bitfinex utilizza il problema Tether per le proprie esigenze.

Il grafico sopra mostra (vedi la freccia rossa) quanto questa notizia fulminea e drammatica abbia influenzato la velocità del bilanciere. Il panico è cresciuto come una palla di neve, ma ha preso il sopravvento la macchina da stampa Tether, che dal 10 ottobre ha emesso ulteriori 25-50 milioni di USDT ogni giorno.

Di conseguenza, il fuoco è stato spento con la liquidità in eccesso e Bitcoin ha accelerato fino a quasi 20,00 USD. Questo livello divenne insormontabile e dal punto di vista psicologico era impossibile superarlo anche con l’aiuto di una macchina da stampa..

Le persone hanno iniziato a vendere il pallino e prendere profitti, è iniziata una correzione naturale del mercato, che si è intensificata dopo che Bitfinex ha sospeso le registrazioni degli utenti.

Poi il 3 gennaio è uscito il FUD sul divieto di estrazione mineraria in Cina. Tutto ciò ha riportato il pallino a 12.000 dollari. L’euforia lasciò il posto al panico. La gente ha iniziato a svuotare la bilia battente.

È possibile che Bitfinex abbia deliberatamente stimolato il panico per rendere il mercato gestibile durante una correzione.

Tether ha cercato di ripetere l’esperienza di successo e ripetere l’esercizio di iniettare liquidità nel mercato.

Macchina USDT dai rapporti degli osservatori @tetherprinter la stampa non era più 25-50, ma 100 milioni di dollari al giorno. Tuttavia, è stato ottenuto l’effetto opposto..

Tuttavia, lo schema precedente non ha funzionato e dopo il lancio della macchina, la caduta di Bitcoin si è solo intensificata. La caduta è stata stimolata dagli scandali sui problemi con l’audit di Tether e l’audit avviato dal regolatore statunitense sulla connessione tra Bitfinex e Tether. Si è parlato di un’imminente truffa dell’USDT e nulla ha potuto fermare il trend ribassista.

Qual’è il risultato?

Di conseguenza, come sappiamo, Bitfinex è riuscito a uscire dall’acqua. Le palline rubate non sono mai state trovate. Il pump and dump di Bitcoin ha permesso di fare soldi con il trading a margine e fissare profitti significativi, giocando contro la folla. Al momento, la Corte Suprema degli Stati Uniti dello Stato di New York sta valutando un caso sul collegamento tra Bitfinex e Tether. Tuttavia, a causa del fatto che lo scambio ha lasciato la giurisdizione degli Stati Uniti e ha sospeso i servizi ai suoi cittadini nell’ottobre 2017, è probabile che si faccia luce su tutte le macchinazioni tra Bitfinex e Tether e che la giustizia prevarrà..

Il crimine migliore è un crimine irrisolto. Bitfinex e Tether prendono l’onorevole 1 ° posto nella nostra classificazione di criminalità.

Conclusione

Cari amici, è qui che finisco la nostra valutazione dei crimini più gravi nella storia delle criptovalute World (la prima parte della valutazione si trova qui) Ho scelto i luoghi in base alla mia opinione soggettiva, valutando la risonanza e la scala che hanno acquisito nella comunità delle criptovalute. Se hai la tua lista nera, sarò felice di leggerla e imparare qualcosa da solo.

Spero che dopo aver letto una serie di post recenti su frodi e manipolazioni nel mercato, ognuno possa trarre la conclusione giusta da solo..

Di seguito condividerò ciò che ho sottolineato per me stesso, raccogliendo questo materiale:

  1. Nello spazio Internet, nessuno può garantire la sicurezza delle tue risorse di criptovaluta. Usa dispositivi di conservazione a freddo!
  2. Investi sempre ciò che sei disposto a perdere. Mai prendere in prestito o prendere in prestito per scopi di investimento!
  3. Le emozioni sono il peggior nemico per qualsiasi decisione di investimento. Tieni sempre la mente lucida, cerca di evitare entrambi i sentimenti di euforia e panico.
  4. Controlla sempre le organizzazioni in cui stai investendo. Osservare un approccio critico per valutare il modello di business, il comportamento dell’azienda nel mercato, la competenza e la professionalità della leadership.
  5. Diversifica i tuoi rischi. Non conservare tutti i fondi in un progetto, uno scambio, un tipo di attività. Stimare la correlazione e allocare i fondi agli asset meno correlati.

Ti informo che non accuso Bitfinex e Tether di azioni illegali e frodi. Solo un tribunale può condannare. Condivido solo il mio giudizio personale, che si basa su informazioni provenienti da fonti aperte. Non sto incoraggiando il lettore a prendere decisioni di investimento.

Voglio anche sottolineare che in questo post esprimo la mia opinione personale e non deve coincidere con l’opinione dell’amministrazione di 3commas.io.

Buona fortuna e buoni profitti a tutti!

rispettosamente,

Michael @Hyipov

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map