Dimezzato. Che cos’è e perché tutti ne parlano?

“Fare molti soldi è coraggio; salvali – saggezza, ma abilmente spendi – arte.”

Auerbach Berthold

Negli ultimi 18 mesi, la comunità crittografica ha affrontato un significativo mercato ribassista. Le principali risorse digitali come Bitcoin ed Ethereum hanno subito un calo del 70-80%, mentre il resto del mercato altcoin sembrava molto peggio. Fortunatamente, il 2019 si è rivelato un anno più promettente per le risorse digitali, poiché Bitcoin ed Ethereum sono aumentati del 55,45% e del 48,69% negli ultimi tre mesi. Man mano che le prospettive diventano più positive, la comunità attende con impazienza un evento importante in arrivo il prossimo anno: il dimezzamento di Bitcoin.

Cos’è il dimezzamento

Nello spazio delle criptovalute, il termine “dimezzamento” si riferisce a un processo che rallenta la velocità con cui vengono emesse nuove monete. Più specificamente, il dimezzamento è una riduzione periodica del sussidio in blocco concesso ai minatori. Il taglio a metà garantisce che l’asset crittografico segua un tasso di rilascio stabile fino a quando non viene raggiunta la sua offerta massima..

Quando si tratta di Bitcoin, nuove monete vengono generate continuamente come parte della ricompensa del blocco (che consiste nel sussidio del blocco più le commissioni di transazione). Pertanto, ogni volta che un minatore “rileva” e controlla con successo un nuovo blocco, guadagna monete appena create come compenso per il suo lavoro..

Pertanto, il processo di mining introduce nuovi bitcoin nel sistema e ciò avviene a un ritmo prevedibile e controllato. I nuovi blocchi Bitcoin vengono estratti, in media, ogni 10 minuti, con sussidi per i blocchi che seguono un tasso di decadimento controllato. Di conseguenza, il dimezzamento garantisce che i sussidi per i blocchi diminuiranno del 50% ogni 210.000 (circa ogni quattro anni).

A partire dal blocco Genesis, il primo blocco della rete, il sussidio per il blocco di Bitcoin era originariamente fissato a 50 BTC. È stato poi ridotto a 25 BTC nel 2012 ea 12,5 BTC nel 2016. Il prossimo dimezzamento a maggio 2020 dovrebbe ridurre i sussidi a blocchi a 6,25 BTC. Dopo che si sono verificati 64 halving, il processo verrà interrotto e l’MTC non verrà più creato. Sarà raggiunta una fornitura massima di 21 milioni di BTC.

Perché il dimezzamento è importante

Come abbiamo detto, una delle caratteristiche più importanti di Bitcoin è che ha un’offerta fissa di 21 milioni di monete. Ciò significa che dopo averli ottenuti tutti, la loro ulteriore estrazione diventerà impossibile. Questo rende il pallino intrinsecamente scarso con un effetto deflazionistico nel tempo..

Ciò è in netto contrasto con la valuta fiat, che viene regolarmente stampata a piacimento, il che diminuisce il suo valore per i suoi proprietari..

Se Bitcoin non avesse un’offerta limitata, il suo potere d’acquisto diminuirebbe gradualmente nel tempo, come nel caso delle valute legali. Limitando l’offerta, i possessori di bitcoin non dovranno mai affrontare questo problema, rendendo esso e altre criptovalute una buona riserva di valore..

La contrazione e la scarsità incorporata aumentano anche il rapporto stock / flusso di bitcoin. Il rapporto stock / flusso è l’ammontare del bene contenuto nelle riserve diviso per l’importo prodotto ogni anno. Maggiore è il rapporto stock / flusso, minore è l’inflazione annuale per attività. Le materie prime come l’oro hanno un rapporto stock / flusso molto alto in quanto ce n’è poco. Ciò significa che nel tempo ne viene prodotta ancora meno..

Bitcoin ha attualmente un rapporto stock / flusso significativamente inferiore rispetto all’oro. Tuttavia, il dimezzamento aumenta il rapporto stock / flusso di un asset nel tempo, rendendolo ancora più potente e prezioso. Questo è anche il motivo per cui bitcoin viene spesso paragonato all’oro o denominato “oro digitale”. Molte persone sono convinte che il rapporto tra azioni e flusso di bitcoin aumenterà nel tempo e che anche il suo prezzo aumenterà..

Dinamica economica del dimezzamento

Storicamente, il dimezzamento di Bitcoin ha mostrato un impatto estremamente positivo sulle variazioni di prezzo. Per coloro che non lo sanno, Bitcoin viene diviso a metà quando il tasso di rilascio della rete (o tasso di inflazione) scende del 50% ogni quattro anni. Dimezzare l’inflazione non solo riduce il numero di nuove monete che entrano in circolazione ogni giorno, ma aumenta anche il costo del mining per proteggere la rete. Questo è stato uno dei fattori trainanti dietro le precedenti corse di Bitcoin in passato.

Prima di immergerci nelle implicazioni storiche del declino di Bitcoin, vogliamo innanzitutto delineare le dinamiche economiche del suo declino.. 

Il programma di emissione afferma che la ricompensa del blocco diminuirà continuamente del 50% ogni 210.000 blocchi, il che riduce effettivamente l’emissione di Bitcoin a zero nel tempo..

Bitcoin è iniziato con una ricompensa di blocco di 50 BTC. I dati storici hanno mostrato che un nuovo blocco viene creato ogni 10 minuti circa. Con questo in mente, possiamo presumere che la ricompensa del blocco si dimezzerà all’incirca ogni 4 anni. La matematica ha questo aspetto:

210.000 blocchi x 10 minuti per blocco / 60 minuti all’ora / 24 ore al giorno / 365 giorni all’anno.

Ecco uno sguardo a come è successo in passato:

Dinamica economica del dimezzamento

Uno dei maggiori vantaggi per Bitcoin è la sua trasparenza e la sua politica monetaria algoritmica, una caratteristica che manca all’attuale sistema finanziario. Attualmente, ogni giorno vengono rilasciati circa 1.800 nuovi asset crittografici. Dopo il terzo evento di dimezzamento nel 2020, il tasso di emissione giornaliero scenderà a circa 900 BTC al giorno, facendo scendere il tasso annuale di Bitcoin dal 3,70% all’1,79%. Questo è uno sviluppo interessante in quanto il rilascio di bitcoin sarà ora al di sotto del tasso di inflazione nella maggior parte dei paesi sviluppati. In confronto, il tasso di inflazione negli Stati Uniti è dell’1,9% in 12 mesi. Detto questo, la differenza principale è che Bitcoin è un asset di consegna fisso, mentre il dollaro USA non lo è..

L’impatto storico del dimezzamento sul prezzo

Per quelli di noi che vedevano le risorse digitali come un veicolo di investimento, il movimento storico dei prezzi di Bitcoin in risposta agli eventi di dimezzamento è stato molto interessante per i potenziali investitori. Sebbene la performance passata non sia indicativa della performance futura, abbiamo voluto analizzare alcune delle performance passate dei precedenti dimezzamenti per capire cosa potrebbe accadere. Ecco una tabella che descrive alcune di queste statistiche..

L'impatto storico del dimezzamento sul prezzo

La prima riduzione ufficiale (riduzione della ricompensa del blocco a 25 BTC) è avvenuta il 28 novembre 2012. I dati storici mostrano che dopo la grande pompa nel giugno 2011, una tendenza al rialzo ha iniziato a formarsi nel novembre 2011, circa un anno prima del dimezzamento.

Questo trend rialzista ha portato a un aumento del + 341,90% dei prezzi di Bitcoin, scambiati a una media di $ 12,31 per BTC nel novembre 2012.

Primo dimezzamento

Il primo dimezzamento ha abbassato il tasso di emissione giornaliero di bitcoin da ~ 7200 BTC a ~ 3600 BTC al giorno. Quasi immediatamente, Bitcoin ha continuato a generare profitti storici, salendo di quasi l’8.000% nel corso dell’anno, raggiungendo circa $ 1.000 alla fine di novembre 2013 (a seconda dei dati di borsa).

Sfortunatamente, non ci è voluto molto. Nel dicembre 2013, Bitcoin ha avviato un mercato ribassista pluriennale (grazie soprattutto al famigerato hack del Monte Gox). Di conseguenza, l’attività è diminuita di oltre l’80%. Successivamente, l’inversione è iniziata solo 2 anni dopo, nell’ottobre 2015.

Secondo dimezzamento

Il secondo taglio ufficiale (riduzione della ricompensa del blocco a 12,5 BTC) è avvenuto il 9 luglio 2016. È importante notare che il tempo tra la prima e la seconda diminuzione è stato di 1316 giorni o 3,6 anni. Allo stesso tempo, i dati mostrano che la tendenza al rialzo ha iniziato a formarsi nell’ottobre 2015, circa 9 mesi prima del dimezzamento.

Il trend rialzista ha comportato un aumento del 112,0% in Bitcoin su un periodo di 9 mesi e un prezzo di scambio medio di $ 650 per BTC durante una contrazione nel luglio 2016 (52 volte l’ultimo prezzo di ribasso). Il secondo dimezzamento ha abbassato il tasso di emissione giornaliero di bitcoin da ~ 3600 BTC agli attuali ~ 1800 BTC al giorno. Ciò alla fine ha spinto BTC nella più recente tendenza rialzista del 2017, dove l’asset ha registrato un rally del 2.800% nei prossimi 18 mesi. Il picco è finalmente arrivato a metà dicembre 2017 con un prezzo di circa $ 20.000 per BTC.

Secondo dimezzamento

Simile al precedente mercato rialzista del 2013, Bitcoin è sceso di quasi l’80% su un periodo di 12 mesi e ha toccato il fondo di circa $ 3.200 a dicembre 2018..

Terzo dimezzamento

Il terzo taglio ufficiale (riduzione della ricompensa del blocco a 6,25 BTC) è previsto per circa 57.455 blocchi (in base all’altezza del blocco 572.545) il 20 aprile 2019. Sulla base dell’ipotesi di 10 minuti per blocco, la data stimata di dimezzamento dovrebbe avvenire tra la fine di maggio e l’inizio di giugno 2020.

Se i dati storici sono un buon indicatore del successo precedente, allora ci si può aspettare che BTC mostri risultati positivi. È possibile che all’inizio di gennaio sia probabile che Bitcoin venga scambiato a un quarto del valore massimo, ma a maggio-luglio il prezzo aumenterà. Secondo le stime più prudenti, circa $ 10.000 per 1 BTC. Con un nuovo ATH (massimo storico) previsto entro 12-18 mesi dal dimezzamento.

Terzo dimezzamento

Produzione

Certo, la domanda è sulla bocca di tutti: il prossimo dimezzamento del 2020 influenzerà allo stesso modo il prezzo del bitcoin? Se guardi ai tagli precedenti come prova, sembra certamente probabile che il dimezzamento futuro potrebbe aumentare in modo significativo il prezzo di BTC. E, cosa più importante, dopo i due eventi precedenti, il prezzo della prima criptovaluta non è mai sceso al di sotto del suo valore prima che avvenisse il dimezzamento..

Per quelli di noi che sono relativamente nuovi alle risorse digitali, speriamo che questo articolo possa fornire una certa fiducia che il futuro del mercato delle criptovalute è ancora piuttosto brillante.. 

Tuttavia, vale la pena ricordare che è impossibile prevedere con certezza come reagirà Bitcoin in futuro..

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
Like this post? Please share to your friends:
map